Home Chi siamo Mission Collabora Contatti Shop Blog

Kit Casa non connessi alla rete



Chi desidera risparmiare sulla bolletta, proteggersi dall'aumento della tariffe e rendersi indipendente dalla rete elettrica, ha la possibilità di produrre per proprio conto l'energia elettrica e accumularla in batterie, prelevandola poi quando occorre, anche di notte.

Fino a qualche anno fa questa tipologia di impianto aveva tempi di rientro economico abbastanza lunghi a causa del prezzo dei pannelli, ma negli ultimi anni la grande diffusione a livello mondiale delle applicazioni solari ha generato la diminuzione di oltre il 70% del costo dei pannelli: inoltre è attualmente attiva in Italia (sicuramente fino al 30 Giugno 2013) la deducibilità fiscale al 50%: oggi è pertanto conveniente produrre in proprio l'energia elettrica scollegati dalla rete elettrica, indipendentemente dalla presenza di incentivi.

Come è composto un impianto fotovoltaico non connesso alla rete elettrica?

Occorrono i seguenti componenti:

1) uno o più pannelli fotovoltaici, in funzione dello spazio che abbiamo per installarli, e della potenza che vogliamo generare
2) un regolatore di carica, avente il compito di regolare in modo ottimale l'energia prodotta dai pannelli e preservare le batterie da eccessiva carica ed eccessiva scarica
3) una o più batterie, in funzione dell'autonomia che vogliamo ottenere in caso di maltempo
4) un Inverter, per generare la tensione 220V/50 Hz adatta ad alimentare le apparecchiature domestiche.

Adottando questo impianto fotovoltaico, le apparecchiature ad esso collegate funzioneranno alimentate da batterie, tenute in carica dall'energia solare, e quindi non vi sarà consumo di energia elettrica dall'Enel.

Non occorre alcuna modifica o accessorio per le apparecchiature alimentate, in quanto l'impianto fotovoltaico include un inverter che genera 220 V c.a.,come le prese di corrente domestica.

... se il sole non c'è?

L'autonomia in caso di maltempo dipende da numero e capacità delle batterie: tale autonomia può essere aumentata maggiorando la capacità e/o il numero delle batterie e dei pannelli.

... se il maltempo dura parecchi giorni?

Nell'eventualità che il maltempo si prolunghi oltre i giorni di autonomia previsti nel dimensionamento dell'impianto, le batterie si scaricano: in tal caso il computer e/o gli altri apparecchi potranno essere alimentati in modo tradizionale dalla rete elettrica semplicemente spostando la spina dall'inverter ad una spina domestica. Potranno quindi essere nuovamente alimentati ad energia solare al termine del periodo di maltempo. Oppure tale commutazione può avvenire in modo automatico, aggiungendo un apposito quadro di commutazione.Nel caso l'abitazione non disponga di una rete elettrica, si potrà utilizzare un generatore di scorta

Vediamo ora alcuni aspetti interessanti di questo tipo di applicazione.


1) Scalabilità ed espandibilità

Non è necessario un investimento consistente, in quanto non esiste una soglia minima per iniziare, né tecnica né economica: facciamo alcuni esempi orientativi.

Vogliamo iniziare con un'applicazione molto semplice? Possiamo ad esempio attrezzarci per produrre energia per alimentare le luci di una stanza, e magari ricaricare il telefonino.
In tal caso ci sarà sufficiente una spesa anche inferiore ai 100 €, con la quale ci doteremo di un kit perfettamente idoneo ad accendere luci di buona intensità, per il numero di ore che ci occorrono.

esempi ufficio solare vedi alcune applicazioni

Vogliamo maggior risparmio, alimentando ad esempio computer, stampante, TV?

Il nostro budget di spesa sarà compreso tra i 500 e i 1000 € (deducibili Irpef al 50%), e ci potremo dotare di un kit con 1-2 pannelli di maggior potenza, batterie e inverter.

esempi ufficio solare vedi alcuni kit per ufficio

Vogliamo ancora più energia? Non c'è problema, possiamo averla anche per tutta la casa.
Qualunque sia la nostra spesa, grazie alla deducibilità fiscale del 50% avremo un rientro dell'investimento in pochi anni (4-7 secondo la località di residenza e la tipologia del kit), per poi risparmiare sulla bolletta per decenni, o addirittura azzerarla.

esempi ufficio solare vedi alcuni kit per produrre elettricità in casa



In altri termini sta a noi decidere, in funzione delle nostre esigenze, e dell'investimento che riteniamo opportuno, tenendo conto che potremo sempre espandere in futuro la nostra applicazione.

2) Risparmio immediato

Una considerazione che talvolta si trascura è il vantaggio economico immediato che si ottiene posizionando la produzione energetica nel punto in cui c'è l'utenza.
Un tipico esempio è rappresentato dalla necessità di posizionare un punto luce in terrazzo o giardino: se vogliamo installare una lampada tradizionale dove non arriva la corrente elettrica, occorrerà portare un cavo, posizionare una canalina, un quadretto elettrico, eventualmente effettuare dei lavori di muratura oppure uno scavo. Tutto ciò ha un costo, che invece non c'è se produciamo l'energia nella posizione dove viene collocata la lampada: il risparmio è pertanto immediato.

3) Convenienza economica
Orientativamente possiamo considerare che 100W di pannelli fotovoltaici producono, secondo la località d'installazione, da 110 a 140 kWattora all'anno. Stimando in c.a. 22 centesimi il costo attuale medio del kWattora, possiamo valutare in c.a. 25-31€/anno il risparmio annuo derivante dall'applicazione di 100W di pannelli, e quindi 250-310 €/anno di risparmio per ogni kW di pannelli. Considerando il costo dei kit da noi proposti , e la relativa deducibilità al 50% dal reddito, scopriamo che in c.a. 4-7 anni avremo recuperato la spesa grazie solo al risparmio in bolletta, e continueremo poi per altri 30 anni e più a risparmiare.

4) Indipendenza dalla rete

L'energia autoprodotta ci dà la soddisfazione di essere indipendenti dalla rete elettrica, rende il nostro impianto anti-blackout, e ci protegge dagli aumenti della bolletta..
Attenzione però: in funzione del numero e della capacità delle batterie avremo autonomia di alcuni giorni in caso di maltempo, ma l'autonomia non sarà infinita. Sarà pertanto opportuno mantenere la possibilità di commutare sulla rete elettrica in caso di scarica completa delle batterie, oppure dotarsi di un piccolo generatore di emergenza, in caso di scarica completa delle batterie.

... è un sistema complicato da installare?

L'installazione è abbastanza semplice. Se il passaggio dei cavi non comporta lavori particolari, è alla portata del "fai-da-te", magari facendosi dare una mano dall'amico elettricista.

Occorre fissare bene i moduli, con il giusto orientamento a Sud e la corretta inclinazione di 30-40° sull'orizzontale (in funzione della località d'Italia).
Esistono diversi tipi di supporti già pronti per superfici piane, tra i quali si può scegliere quello più idoneo. Alla pagina seguente riportiamo una serie di soluzioni pronte: http://www.shop.ilportaledelsole.com/Supporti-montaggio-pannelli

Gli amanti del "fai-da-te" si potranno autocostruire supporti adatti alle proprie esigenze utilizzando i fori presenti sulla cornice in alluminio dei pannelli.

Porteremo quindi il cavo elettrico dai moduli al regolatore, poi alle batterie, e infine dalle batterie all'inverter, che costituirà la ns. "presa di corrente" a 220V
Qui infileremo la nostra "ciabatta" dove attualmente alimentiamo PC, stampante e fax, e il gioco è fatto.


A titolo di esempio, abbiamo organizzato alcune proposte già configurate::
- Semplici soluzioni per giardino e terrazzo.esempi ufficio solare vedi
- Soluzioni intermedie per TV, PC, frigo esempi ufficio solare vedi
- Soluzioni per abitazione esempi ufficio solare vedi

Se desiderate un preventivo personalizzato, contattateci indicando le tipologie di apparecchiature da alimentare e le rispettive potenze assorbite, e vi indicheremo i componenti consigliati e il relativo costo

...Occorre infine specificare che il computer sul quale abbiamo scritto questo articolo è alimentato a energia solare.
Come poteva essere diversamente? :-)

Buon lavoro solare!



Oggi è mercoledì, 22 novembre 2017 | Dov'è il sole oggi? | © Copyright IL PORTALE DEL SOLE - All right reserved | Credits
Area riservata

Sei già registrato?


oppure >Registrati